Risparmio Energetico

Detrazione fiscale 2016

Cos'è la detrazione fiscale del 65%?

E' un'agevolazione fiscale per mezzo di una detrazione di imposta sui redditi:

- IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche)
- IRES (imposta sul reddito delle società )

La detrazione, pari al 65% delle spese sostenute (iva inclusa), consiste nella riduzione dell'Irpef o dell'Ires per interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

In quali casi si ha diritto alla detrazione?

Nei casi in cui si sostengano spese riferite alla riduzione del riscaldamento e del miglioramento energetico oppure alla climatizzazione invernale nonchè all'installazione di pannelli solari.

Gli interventi devono essere eseguiti su edifici esistenti e devono riguardare strutture opache orizzontali, verticali e infissi che delimitano il volume riscaldato verso l'esterno o verso vani non riscaldati.
Esempio:

  • SOSTITUZIONE DI FINESTRE COMPRENSIVE DEGLI INFISSI
  • INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI
  • SOSTITUZIONE CALDAIA O IMPIANTO INVERNALE DI RISCALDAMENTO

Ci sono limiti di spesa?
Le sostituzioni che migliorano l'efficienza energetica dell'involucro (pareti, finestre comprensive di infissi) di edifici esistenti hanno un limite di spesa di € 60.000; nella riqualificazione di spesa di edifici esistenti e per l'installazione di pannelli solari o lavori di coibento i limiti cambiano, secondo la seguente tabella:


Nel caso in cui l'Irpef o l'Ires non abbia capienza mi viene rimborsata la parte eccedente?
Come per tutte le detrazioni di imposta, la capienza dell'imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi è ciò che indica il limite nel quale l'agevolazione sarà  ammessa, in altri termini, la somma eccedente non può essere rimborsata. La detrazione è da ripartire in 10 rate annuali di pari importo.
Come si effettuano i pagamenti?
I contribuenti non titolari e titolari di reddito d'impresa non hanno gli stessi obblighi, i primi devono effettuare i pagamenti con bonifico dedicato bancario o postale, per tutti gli altri non sono previsti tali obblighi. L'agevolazione è cumulabile con altre? Non sono previsti cumuli con altre agevolazioni fiscali per gli stessi interventi. Nel caso in cui gli interventi realizzati rientrino sia nelle agevolazioni per il 65% che per il 50% il contribuente potrà  sfruttare soltanto un beneficio fiscale.
Il soggetto non proprietario può usufruire della detrazione?
Possono usufruire della detrazione i contribuenti residenti e non residenti che possiedono l'immobile a qualsiasi titolo:

  • Le persone fisiche
  • I contribuenti con reddito di impresa
  • Le associazioni tra professionisti
  • Enti pubblici e privati
  • I titolari di diritto sull'immobile
  • I condomini
  • Gli inquilini
  • Chi detiene l'immobile in comodato In altre parole i benefici spettano a chi utilizza l'immobile, sono ammessi anche i familiari conviventi con il possessore o detentore dell'immobile oggetto dell'intervento che sostengano le spese.

Bisogna fare qualche comunicazione all'Agenzia delle Entrate?
Non è necessaria nessuna comunicazione se i lavori iniziano e terminano nello stesso periodo di imposta. Non è necessaria nessuna comunicazione preventiva al centro operativo di Pescara. Entro 90 giorni dalla fine dei lavori occorre trasmettere in via telematica all'Enea la scheda informativa (Allegato F) relativa agli interventi realizzati.
Quali documenti sono necessari e quali sono da conservare?
Per usufruire della detrazione fiscale del 65% su interventi che comprendono infissi e strutture accessorie c'è bisogno di un'asseverazione che consenta di dimostrare la miglioria dell'intervento realizzato e può essere sostituito da una certificazione del produttore. I documenti da conservare sono:

  • Allegato F come comunicazione all'Enea e ricevute di trasmissione
  • Documento di collaudo di fine lavori
  • Fatture di acconto e di saldo con relative fatture

E' prevista l'applicazione dell'Iva agevolata al 10% sugli infissi?
Nel caso in cui l'intervento di riqualificazione energetica preveda una ristrutturazione edilizia o opere di restauro e risanamento conservativo con relativa documentazione allegata che attesti l'intervento, per tutti i beni di valore significativo (tra i quali infissi e accessori) è prevista l'applicazione dell'Iva agevolata al 10%.

N.B. Non possono usufruire dell'agevolazione fiscale le imprese di costruzione, ristrutturazione edilizia e vendita su immobili merce anche se sono previsti lavori di riqualificazione energetica